Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2017

SI PUO PERDONARE CHI HA STUPRATO?

Immagine
Quando compiamo un’azione sappiamo che c’è sempre una reazione e penso che occorra chiedersi che effetto faccia perdonare gli altri ed essere poi perdonati a sua volta. Perdonare è rinunciare alla vendetta alla punizione per ciò che si è subito. Che cosa è dunque il perdono? E si può sempre perdonare sempre e chiunque e per qualsiasi cosa? Moralmente dovrebbe essere così. Pero.....! 
Riuscire a provare il perdono per l’altro può voler dire dentro di se di costringere un pò se stessi a non immaginare di ridurre l’altro sottomesso, a soccombere sotto lo stesso, se non più forte, male che ha causato. Indubbiamente la rabbia spinge istintivamente alla vendetta, ma il perdono può traghettare verso una grande umanità, dare all'altro e a se stessi, una nuova possibilità perché tutti possono essere capaci di fare il meglio ma anche di fare il peggio. Il perdono lo predicano in pochi, forse quelli più maturi e vicini alla propria religione, ma i giovani e quelli un po’ più delusi ed amaregg…

DIVENTARE MAMMA. COME E PERCHE’ DECIDERE DI AVERE UN FIGLIO

Immagine
DEDICATO A TUTTE LE DONNE CHE A UN CERTO PUNTO, VOGLIONO DECIDERE SE AVERE UN FIGLIO. Non è un affatto tanto raro e non pensate che sia neanche banale. Ci sono donne che mettono al mondo figli, per costruire una famiglia, altre per stereotipi sociali, altre ancora per accontentare qualcuno. Ma poi chi è quel qualcuno. Alcune donne lo fanno perché sentono profondamente il bisogno di diventare mamme e legarsi al proprio figlio, per la vita. Altre più sfortunate lo diventano perché violentate, per ignoranza e potremmo continuare nella lista, all'infinito.Vivere un momento in cui si desidera avere un bambino non vuole dire che si è pronti ad averlo, né tanto meno, pensare di non essere pronti, vuol dire di non esserlo veramente. Avere un figlio è, in ogni caso, l’avventura più incredibile della vita. Gioia, meraviglia, stupore, fatica, godere del colore della pelle candida, sentire ovunque quel buon profumo ecc.. Un avvenimento meraviglioso, che al tempo stesso sconvolge quell’equilibr…

BUONI PROPOSITI E IL TUO ANNO PERFETTO INIZIA DA QUI

Immagine
Il piacere di bere una birra con un vecchio amico, il gusto di fare una camminata per ammirare il paesaggio, di fissare il primo appuntamento ad un ristorante, di regalare un fiore di leggere un libro. Tutte cose che oggi sembra siano sparite, non prova più nessuno, in quest’epoca di virtualità e freddezza. Ogni tanto poi capitano avvenimenti strani, un viaggio, un pellegrinaggio, un nuova amore e ad un tratto appare tutto chiaro visibile, direi tangibile. Si decide di voler riassaporare le proprie impressioni, i propri sapori, i sentimenti più intimi e ci ripromettiamo che da quel momento avremmo fatto questo e quello, il tutto con le migliori intenzioni. Tanti buoni propositi che quasi sempre svaniscono di là a breve. Una delle occasioni del genere che si ripresenta ogni volta è quando solitamente inizia un nuovo anno.
Quasi tutti, almeno una volta, abbiamo iniziato l'anno nuovo con una lista di buoni propositi, i migliori che si possano immaginare. Questa è anche la storia di Jo…

PABLO ESCOBAR LA SUA FAMA E FASCINO

Immagine
BREVE BIOGRAFIA Pablo Emilio Escobar Gaviria nasce il 1° dicembre del 1949 a Rionegro, in Colombia. Figlio di un'insegnante di scuola elementare, Hermilda Gaviria, e di un agricoltore, Abel de Jesùs Escobar Echeverri. Cresciuto per le strade di Medellin. Già da ragazzo intraprende la carriera criminale, prima rubando e poi collaborando con i contrabbandieri locali. Muore il 2 dicembre 1993 all’età di 44 anni a Medelliln. La sua ascesa avviene nell’anno 1975 quando inizia a commerciare cocaina con il cugino Gustavo Gaviria, braccio destro in tutto il percorso criminale. Dopo l'assassinio di Fabio Restrepo, spacciatore di Medellìn, grazie al business della cocaina Escobar diventa famoso a livello internazionale. "Il Re della Cocaina", arriva dunque a controllare la maggior parte delle sostanze stupefacenti sia negli Stati Uniti che in Europa. Nel 1977 nasce il figlio Sebastián Marroquín e nel 1984 nasce Manuela Escobar. Il 1983 Pablo Escobar tenta di inserirsi anche nell…

L’AUTOMASSAGGIO. COME MASSAGGIARE PER COMBATTERE LO STRESS

Immagine
Ora seduti in aula, oppure alla guida di un treno o un taxi, in piedi in negozio, al lavoro in officina e tanti altre attività dove siamo impegnati in azioni ripetitive, che ci portano piano piano ad una situazione di stress. Solo ogni tanto, qualche breve pausa, per staccare la spina, oppure l’attesa della fine giornata. Però ci si può aiutare con dei piccoli massaggi per ritrovare un po’ di meritato e sano benessere. Un massaggio fai da te. Insomma, come dicono gli esperti, oppure i promotori del settore, possiamo aiutarci con piccoli gesti quotidiani, dedicati a noi, che allentano le tensioni e migliorano l’approccio con gli altri, eseguendo l’automassaggio. L’automassaggio è un efficace strumento di prevenzione dello stress e di ricarica energetica, che grazie a specifici esercizi interviene su determinate parti del nostro corpo, a seconda delle necessità e del tempo che abbiamo da dedicare. Bisogna apprendere le giuste tecniche in modo da poterci prendere cura di noi stessi in qu…

THE LETTERS, MADRE TERESA DI CALCUTTA

Immagine
Al secolo conosciuta come Madre Teresa di Calcutta, nasce a Skopje nell’ex Jugolsavia come Anjeze Gonxha Bojaxhiu, il 26 agosto 1910 e viene educata con principi fortemente cattolici dai genitori albanesi. Fondatrice della Congregazione delle Missionarie della carità prende sempre, nonostante gli anni che passano, il cuore e la mente di chi ne parla.
Una donna piccola, esile, che sosteneva di essere la “matita di dio”, in realtà è stata una donna molto grande che aveva la forza di un gigante, quando si trattava di assistere sulle strade dell’India chi era rifiutato da tutti, solitamente i più poveri e malati. Un’icona del cattolicesimo che sarà proclamata successivamente santa, dalla Chiesa di Roma. Le sue lettere, pubblicate nel 2007, mostrano che per quasi mezzo secolo l’instancabile suora sperimentò un percorso difficile, doloroso e fatto di tanti dubbi. Una crisi tanto reale di una donna vestita con il tradizionale abito indiano, che ha incarnato i valori e lo spirito più autentici…

BRIGITTE BARDOT E IL SUO AMORE PER GLI ANIMALI

Immagine
Brigitte Bardot nasce a Saint Tropez il 28 settembre 1934 e con lei a Saint Tropez nasce il mito di tutta la sua vita. Una donna bellissima, piena di un'esistenza fatta di emozioni e dotata di una grande passione e protezione per gli animali, che sono probabilmente il suo più grande amore. Il suo esordio come attrice sul grande schermo arriva nel 1952, con il film "Le Trou Normand", per la regia di Jean Boyer. Nello stesso anno, appena diciottenne, sposa il regista Roger Vadim con il quale vivrà una romantica storia d'amore per molti anni. In questo periodo il cinema europeo era in grande sviluppo, e certamente una mano l’ha data lei B.B. che è stata, in quegli anni, una delle pochissime attrici europee a catturare l'attenzione dei mass media statunitensi. Roba non da poco!

Dopo aver recitato già in una decina di film, sfonda definitivamente, anche grazie al marito e regista Vadim nel film “Et Dieu... créa la femme” nell’anno 1956, girato insieme con Jean Loui Tri…

VIOLENZA SESSUALE. PERCHE’

Immagine
Lei sostiene di essere stata vittima di violenza sessuale, lui si difende ammettendo il rapporto, ma sostenendo che vi era stato consenso. E’ una scena tipica in questi casi, che è riemersa anche negli episodi recenti. Spesso, chi viene accusato ammette di aver avuto il rapporto sessuale, ma si difende sostenendo però che fosse consensuale. Ed a volte è risultata veritiera l'ultima affermazione. Cosa pensare?  I casi di violenza più emblematici e difficili sono quelli che accadono tra conoscenti, coniugi, fidanzati, ma anche le altre situazioni si presentano difficoltose. Allora in questi casi a chi credere? Le sentenze emesse in merito, sostengono che un rapporto sessuale richieda l’esplicito consenso di tutte le persone coinvolte, e che non vi deve essere necessariamente l’uso della forza di qualcuno, per parlare di reati sessuali. Di conseguenza si può capire che se vi è il consenso e non vi è l’uso di forza o minaccia, non si può parlare di violenza sessuale, eppure i casi acca…

AUDREY HEPBURN, LE SUE COSE ALL’ASTA

Immagine
A settembre 2017, la messa in vendita di abiti, foto, gioielli e scarpe appartenuti in vita a Audrey Hepburn, una delle dive più famose al mondo, ricordata per la sua grazia e bellezza. Dopo oltre 24 anni dalla sua morte, il guardaroba della diva più amata, ammirata ed elegante di sempre, è stata messa all'asta. Questa si è presentata come un'occasione imperdibile per chi volesse aggiudicarsi un pezzo di storia e un pezzo di diva. Audrey Hepburn, è stata una delle grazie del cinema più importanti e impareggiabili, simbolo di grazia e di un’eleganza raffinata, che non va mai al tramonto, seppur scomparsa all'età di 63 anni, nel 1993 per un tumore. Le sue cose personali invendita, che tutti potrebbero aver comprato per avere con sé, un pezzo di lei. L’organizzatrice dell’evento è la celebre Casa d’aste Britannica, che ha avuto l’onore di mettere in vendita gli oggetti, abiti, calzature e gioielli che la Hepburn ha posseduto e indossato nei suoi film o che facevano parte del …

E PEZZIENTE DI TOTO' ANTONIO DE CURTIS

Immagine
Questa poesia di Totò mi sembra assolutamente attuale. Il “principe della risata” la dedica ai mendicanti, che oggi sono diventati molti, certamente più di prima e ne fa una distinzione tra chi lo è veramente ma che con dignità e compostezza aspetta invano un aiuto e chi invece finge. Il primo patisce la fame e alla fine muore, mentre l’altro sfrutta la misericordia e la povertà degli altri. Niente di più moderno.

'E PEZZIENTE

All'angolo 'e via Chiaia
se mette nu pezzente
'puosto tutt' 'e journe,
e nun accocchie niente.

Pulito, dignitoso,
nu stenne maie na mana;
ll'uocchie 'nchiuvate 'nterra
pe na jurnata sana.


'A ggente nun 'o guarda
e nun 'o ffanno apposta:
pe ffà chillu mestiere
nce vò 'a faccia tosta!


Io ne cunosco a uno:
Peppino " 'a Fiurella!".
S' 'a fà a Santa Teresa,
vicino 'a Parrucchiella.


Si 'o daje na cinche lire
'o sango lle va stuorto,
t' 'a jetta 'nnanze 'e piere
e arreto te fa…