Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

SI PUO PERDONARE CHI HA STUPRATO?

Immagine
Quando compiamo un’azione sappiamo che c’è sempre una reazione e penso che occorra chiedersi che effetto faccia perdonare gli altri ed essere poi perdonati a sua volta. Perdonare è rinunciare alla vendetta alla punizione per ciò che si è subito. Che cosa è dunque il perdono? E si può sempre perdonare sempre e chiunque e per qualsiasi cosa? Moralmente dovrebbe essere così. Pero.....! 
Riuscire a provare il perdono per l’altro può voler dire dentro di se di costringere un pò se stessi a non immaginare di ridurre l’altro sottomesso, a soccombere sotto lo stesso, se non più forte, male che ha causato. Indubbiamente la rabbia spinge istintivamente alla vendetta, ma il perdono può traghettare verso una grande umanità, dare all'altro e a se stessi, una nuova possibilità perché tutti possono essere capaci di fare il meglio ma anche di fare il peggio. Il perdono lo predicano in pochi, forse quelli più maturi e vicini alla propria religione, ma i giovani e quelli un po’ più delusi ed amaregg…

DONNE VITTIME DI MASCHI

Immagine
L’occhio del male è il nuovo libro di Joyce Carol Oates, che raccoglie quattro storie dai toni cupi. In ognuna di queste storie viene raccontato e descritto il senso delle relazioni affettive malate. L’autrice americana va alla ricerca dei lati più bui di quel sentimento che dovrebbe portare felicità nella nostra vita e invece si trasforma in un’ossessione. Un oggetto da cercare e mantenere a tutti i costi. Sono i cosiddetti aspetti pericolosi dell’amore. Quasi sempre sono le donne a farne le spese, vittime di uomini violenti e possessivi, che le considerano come se fossero degli oggetti di loro proprietà, con tanto di certificato. Quattro storie. Nella prima, "Malocchio" Mariana è la giovane quarta moglie di un eminente intellettuale, che lo conosce in un momento particolare in cui lei ha perso tutti i suoi affetti. Inizialmente lui le appare come un rifugio sicuro, un uomo tenero e affettuoso. Ma quando la prima moglie arriva in visita a casa loro, scoprirà un tremendo seg…

IL SESSISMO NELLE RELAZIONI

Immagine
Le relazioni tra uomo e donna, ora anche tra donna e donna e uomo e uomo, non sono sempre rose e fiori. Riempiono la testa di mille pensieri, fanno soffrire e litigare, ma è tutto normale. Soprattutto se si pensa che la società del sessismo vuole vedere concrete aspettative della diversità oggettiva, soprattutto tra uomo e donna. Il sessismo forse è una forma di pregiudizio abbastanza forte nella nostra società che comporta la presunzione della supremazia di qualcuno, in genere del sesso maschile, altre volte di quello  femminile. Nelle relazioni di coppia ne sono vittima tutti, sia gli uomini che le donne in misura uguale, sia nelle coppie etero che quelle no.Molti cercano di prospettare ancora, nonostante la evidente parità di opportunità e ruoli, che via sia una fantomatica organizzazione che ha come unico scopo quello di annientare le donne, e in altri casi gli uomini, terrorizzando il mondo con fantasiose ricostruzioni di odio di genere e ruoli. Di qua ne conseguirebbe guerra e v…

I NUOVI RUNNER

Immagine
Non molto tempo fa, quando si usava ancora la lira, si apprendevano le notizie al tg, si guardava il "drive in", lo sport era riservato e praticato solo dai giovanissimi. Anche nel mondo professionistico le carriere erano veramente brevi. Invece oggi vediamo campioni ai massimi livelli anche in età ritenute un tempo impensabili. Lo sport ha affascinato tutti, anche fra i dilettanti e i soli appassionati, e continua ad arruolare reclute. Molti sono quelli che praticano lo sport e tantissimi si riversano nel running dove bastano un semplice paia di scarpe.
Si può correre da soli o in gruppo, con la pioggia o col sole, in tuta o a dorso nudo, sull’asfalto o sulla sabbia, nelle città o nella natura,  con le scarpe o a piedi nudi, per passione o per un titolo, per protesta o per la pace, per i diritti dei bambini o delle donne, contro la violenza agli animali o per i senza tetto, per sentirsi uomini o donne, per rimanere in forma e vivere sano, per vivere un emozione o sperare in…

FURBETTI DEL CARTELLINO

Immagine
Nella pubblica amministrazione ci sono da sempre furbetti, che percepiscono lo stipendio pagato dalle tasse degli italiani, timbrano il cartellino e poi si dileguano per fare assenteismo ad oltranza, in danno, oltretutto, di chi si rivolge a quegli uffici in interminabili code.
Il governo finalmente dopo anni di tentativi, di rigetti, di interventi della Cosulta è riuscito ad emanare un decreto dove è previsto l’ampliamento dei termini per l’azione contro il danno di immagine. Ora il dipendente colto a truffare l’amministrazione e la popolazione va sospeso dal servizio e rischia il licenziamento.Addirittura il licenziamento potrà arrivare anche per il dirigente complice che non ha eseguito i dovuti controlli.
Per evitare nuovi rilievi della Corte Costituzionale, il Consiglio dei Ministri ha dovuto varare un nuovo decreto correttivo. Il testo dovrà essere approvato all’unanimità dalla Conferenza Stato-Regioni, per poi affrontare un nuovo passaggio in Parlamento, una volta acquisiti i pa…

500 EURO AI 18ENNI

Immagine
Promesse all’italiana

Il beneficio non prevede la corresponsione diretta di denaro, ma solo la disponibilità di buoni elettronici da spendere entro il 2017, tramite delle applicazioni. La legge di stabilità del 2016 ha messo a disposizione dei giovani neo maggiorenni, dei buoni da 500 euro, da utilizzare per andare a teatro, al cinema, acquistare libri, visitare musei, mostre, ed altri eventi culturali.I
l sistema informatico registra l’identità del richiedente e mette a sua disposizione 500 euro in buoni elettronici da spendere presso le attività convenzionate con il Ministero. Per avere diritto alla carta elettronica i neo maggiorenni dovevano registrarsi entro il 31 gennaio 2017, al sito www.18app.italia.it e per farlo il maggiorenne doveva avere un’identità digitale rilasciata attraverso il “Sistema pubblico di identità digitale” (Infocert, Poste italiane, Sielte e Tim). L’elenco degli esercizi commerciali, dei cinema, delle sale concerto, e di tutte le strutture presso le quali è p…

OGGI INDIVIDUALISTI E SUPERFICIALI

Immagine
Tutti noi viviamo una vita che comprende rapporti affettivi, con cui scambiano opinioni e si condividono le diverse tappe del vivere, sia i momenti belli che quelli meno felici. Abbiamo accanto il partner, i genitori, i figli, gli amici, gli zii ecc. Grazie alla nuova società mi sembra che oggi questi rapporti vengono a mancare, non perché spariscono le persone, ma perché i rapporti diventano meno profondi e le relazioni scemano nell'individualismo che porta poi ipocrisia che a sua volta trasmette un senso di ansia e solitudine come in un teatro vuoto. Il termine ipocrisia deriva dal greco ypòkrisis che significa simulazione. Ypòkrisis era l’attore e l’ipocrisia indicava la finzione dello spettacolo teatrale. Vivere significa anche mettersi alla prova con se stessi e con gli altri, mostrando la propria personalità ma troppo spesso, succede invece che si dice ciò che non si pensa e che non si vuole. L’ipocrisia si insinua nei nostri comportamenti e domina i nostri atteggiamenti. Ag…

6 MESI: CANE POLIZIOTTO

Immagine
L’assistente capo De Feo, 45 anni, istruttore responsabile del Centro addestramento della Polizia Penitenziaria di Asti va nei rifugi, per animali abbandonati, in cerca di cani da addestrare. E’ la sorte dei più fortunati.L’assistente ha dichiarato: «Ho pensato di intraprendere questa avventura, in accordo con la mia amministrazione, che ringrazio per la grande lungimiranza, quando sono iniziati i tagli per la gestione del servizio». «La cosa più bella è che, adesso, con i soldi che risparmiamo, riusciamo a formare elementi di ottimo livello e allo stesso tempo garantire una esistenza più dignitosa a cani che hanno vissuto momenti duri e difficili». «Inizialmente ai cani acquistati ad hoc per essere addestrati abbiamo affiancato due o tre esemplari presi dai canili. Volevamo vedere come si comportavano. Si sono dimostrati all’altezza del compito. Così per l’ultimo corso abbiamo utilizzato solo trovatelli», Sono stati esaminati circa duemila animali nei principali rifugi italiani e sele…

VIVERE SENZA CELLULARE

Immagine
Il cellulare è tante cose: sveglia, orologio, computer, tv, torcia, navigatore, penna, agenda, ecc. Sui cellulari abbiamo le foto, i social, le password, le utenze, la rubrica, i messaggi, le chat, i segreti, praticamente come citato nel film Perfetti Sconosciuti, è la scatola nera della vita. Chi nella sua vita ha perso almeno una volta, sa cosa vuol dire sentirsi matti. Eppure non deve essere per forza male una vita senza cellulare.
Tanti nel passato dicono di essere stai felici, eppure il cellulare non lo avevano. Non è una vita impossibile. E’ un modo di vita diverso, che può portare tanto piacere. Ci si può sentire più liberi, senza essere continuamente ricercati. Forse non si ha il navigatore e ci si può perdere, ma di contro ci può essere la magia dell’avventura. Ci si può sentire isolati mediaticamente, ma non si è più schiavi dei social, delle condivisioni, delle risposte condizionate, si diventa certamente più pazienti e più disponibili verso gli altri. La vita senza il cell…

EDUCATORI E PEDOFILIA

Immagine
Il giornalista Emiliano Fittipaldi ha scritto il libro-inchiesta "Lussuria" che racconta una realtà inquietante. Negli ultimi 10 anni, oltre 200 sacerdoti, sono stati indagati per atti di libidine con ragazzini. Nei primi 36 mesi del pontificato di Bergoglio, sono arrivate 1.200 denunce per molestie su bambini. Spesso gli accusati indossano ancora e comunque l’abito talare.Secondo il giornalista il problema in realtà è molto più ampio, perché quello che accade nelle sacrestie accade anche a scuola, sui campi da calcio, nei luoghi di educazione in cui si muovono i più piccoli.

Lussuriamette in fila nomi, documenti e confessioni, ricostruendo una fitta trama di scandali nascosti. La pedofilia tra i religiosi è come una ferita insanabile e il fenomeno viene di solito nascosto, anche perché i vescovi che accertano la pedofilia non hanno l’obbligo di denunciare i fatti, in quanto prevale il segreto della confessione.La Chiesa non vuole fare pulizia o indagare sui colpevoli perché …

RENATO ZERO 50 ANNI DI TALENTO

Immagine
Da quasi cinquant’anni in testa alle classifiche di vendita discografica, Renato Zero è certamente uno dei grandi della musica italiana. Talento compositivo, grande intrattenitore e comunicatore uno dei primi che ha trasformato i concerti in vere performance artistiche mai viste prima, cariche di ballo, coreografia, interpretazione, scenografia artistica, mimica, oltre alla grande musica.

Renato Fiacchini, in arte ZERO, nato a Roma da una famiglia piccolo borghese si interessa allo spettacolo fin dall’adolescenza. Studia musica, canto, recitazione, incontra e collabora con molti dei grandi nomi, allora non ancora celebri, del cinema e della musica.
Negli anni ’70, quando era ventenne, da vita al suo personaggio estroso, caratterizzato da trucco marcato, cipria a volontà, paillettes ed abiti eccentrici. Fa così nascere, senza saperlo, quello che diventerà una grande icona della musica, che ha forgiato brani indimenticabili. Brani tuttora sempre modernissimi e ispirati dalle nuove corrent…

HAI VOLUTO LA BICICLETTA

Immagine
Nacque nel 1817 in Germania dall’ingegno di Karl Friedrich Christian Ludwig Freiherr Drais von Sauerbronn, per rispondere ad un’emergenza dell’epoca, non lontana da una di quelle attuali. La rivoluzione della natura.
All’inizio aveva due ruote, otto raggi, un sellino, un timone e solo il sogno di diventare un mezzo di trasporto. La bicicletta Il signor Karl la spingeva a piedi, non portava pedali e per la verità non aveva neanche un nome; lui la chiamò semplicemente Laufmaschine, ossia una macchina per correre. Drais inventò a Schwetzingen la sua macchina, concepita in preda a un’ossessione. Due anni prima, dall’altra parte del mondo, l’esplosione del vulcano indonesiano Tambora, la più grande eruzione della storia, aveva causato un cambiamento globale delle condizioni meteo. Nell’estate precedente interi paesi erano stati travolti da lastre di ghiaccio, le temperature si erano abbassate di tre gradi. Il grano con i prezzi alle stelle. I cavalli morivano di fame o venivano mangiati dall…

TRANSGENDER E IDENTITA’

Immagine
Il termine transgenere o transgender ha assunto nella lingua italiana diversi significati a seconda degli ambiti in cui è usato. Nasce essenzialmente come termine di genere per racchiudere in se tutte quelle persone che non si sentono racchiuse dentro lo stereotipo di genere normalmente identificato come maschile o femminile. Nasce all’interno del movimento LGBT che ha avuto origine nato negli Stati Uniti d’America negli anni ottanta, per indicare un movimento politico che contesta la logica eteronromativa e binaria secondo la quale i sessi esistenti sono soltanto due. Il transgenderismo dunque è da considerarsi come un movimento politico/culturale che propone una visione dei sessi e dei generi fluida e che rivendica il diritto di ogni persona di situarsi in qualsiasi posizione intermedia fra gli estremi di maschio o femmina stereotipati, senza per questo dover subire discriminazione.
L’identità di genere fa parte della percezione che ogni persona ha di sé. Il concetto di genere si svi…

FALLEN

Immagine
Film tratto dal romanzo bestseller di Lauren Kate. Parla di una ragazza diciassettenne segnata dalla perdita di un caro amico in un incendio, della quale si ritiene responsabile, e vive tormentata da strane ombre. Mandata in un riformatorio conosce Daniel che ha l’impressione di avere già visto nei suoi sogni. In realtà lui si rivelerà un angelo caduto, da sempre innamorato di lei. Un amore eterno ed impossibile. L’autrice in un’intervista racconta: «Trovo che il genere a cui appartengono i miei lavori sia più quello del “realismo magico”. Mi piace che i miei lettori siano catapultati in un mondo “vero”, che conoscono, con personaggi realistici e solo qualche spunto paranormale derivato da suggestioni religiose o dalla mitologia. Gli elementi fantastici emergono lentamente, con l’evolversi della storia. La svolta magica deve arrivare in crescendo e in maniera verosimile. Il film ha conservato questi aspetti fondamentali per me. Come produttrice esecutiva ho dato infine alcuni suggeri…

LE CERIMONIE GAY

Immagine
Oramai lo sanno tutti, con l’entrata in vigore della legge Cirinna, si sono ufficialmente aperte le porte alle unioni civili tra persone del medesimo sesso. Per essere più chiari le coppie gay possono finalmente dire ai quattro venti il tanto bramato SI. Che sia un bene o sia un male, lo si accetta o lo si rifiuta, è così.  A quanto pare dovevano essere proprio in tanti ad aspettare questo benedetto momento, perché, in pochi mesi le coppie che si sono civilmente unite sono oltre mille. Chi lo avrebbe potuto dire? Evidentemente era un diritto negato, per qualche motivo, molto atteso.
Per tutti gli interessati, la giornata in cui si può pronunciare il sognato si, è diventato veramente un giorno indimenticabile, con tutte le dovute e riconosciute emozioni di un matrimonio.
Oltretutto anche le trasmissioni più seguite festeggiano con gioia queste giornate.
Pare che in questi matrimoni omosessuali ci sia molta più allegria che negli altri, perché tutti si liberano e sono semplicemente se st…

541. L’INVIDA E’ DIFFUSA E FA MALE

Immagine
Ogni persona ha ciò che non vuole, e ciò che vorrebbe l’hanno gli altri.                                                                                                                            (Jerome Klapka Jerome)
L’invidia è quel sentimento di rammarico che si prova per il successo e la felicità altrui, sia che l'interessato viva ingiustamente una esclusione da tale successo, sia che lo possieda e ne voleva l'esclusiva. L’insoddisfazione generalmente arriva per non essere riusciti a raggiungere un qualcosa che altri invece hanno conquistato. Quando si è affetti da gelosia si fanno sempre paragoni. Uno ha l’aspetto più bello, l’altro ha la macchina più bella, uno ha un corpo fantastico, uno ha la casa dei sogni, uno ha tantissimi soldi, qualcun altro ha un talento innato, un altro ancora ha tanta personalità, uno ha tanta fortuna. Tutti questi confronti con le persone che vedi possono inevitabilmente farti provare invidia, perché sei profondamente geloso di quello che tu no…