Post

SI PUO’ PREVENIRE IL SUICIDIO

Immagine
L’istinto umano di sopravvivenza e di autoconservazione è forte ed innato in ognuno di noi, eppure in molti casi questo sembra annientarsi fino a cercare la morte volontaria. Ma che cosa spinge l’uomo a prendere in considerazione, contemplare la possibilità di far del male a se stessi e poi metterlo in atto? La notizia buona è che il suicidio si può prevenire, almeno fin dove è possibile. 
La maggior parte delle persone a rischio suicidio vogliono assolutamente vivere, ma non riescono a trovare le possibili alternative alle loro sofferenze e ai loro problemi. Queste persone emettono chiari segnali inerenti la loro intenzione suicida, ma spesso gli altri che gli sono vicini non colgono il significato di tale messaggi e non sanno adeguatamente rispondere alla loro richieste d’aiuto. Erroneamente si pensa che parlare del suicidio induca nell'altro un proposito suicidario, invece accade esattamente il contrario perché parlandone l’individuo in crisi pensa al gesto e si sente sollevato …

L’INFEDELTÀ . I MOTIVI DEL TRADIMENTO

Immagine
Chissà perché il tradimento continua a dilagare, tra tutti i tipi di coppia, nuove o vecchie, nonostante oggi è attestata una certa libertà di potersi mandare a quel paese divorziando, separandosi o semplicemente lasciandosi. Chissà perché! Cambiano le relazioni, cambiano i tempi, cambia la società, cambia la libertà, cambiano le promiscuità, eppure l’infedeltà continua e mietere vittime e a far soffrire le persone. Gli psicologi si intromettono professionalmente in questo genere di situazioni e nel contempo indagano ed analizzano i meccanismi e le implicazioni di questo comportamento nella società moderna, tanto quella della società di un tempo non importa più. Allora di nuovo la bella domanda, perché si continua a tradire? Di contro ci vorrebbe una bella risposta. Come afferma sovente il noto Vittorio Sgarbi questa è un epoca dove ha molto valore l’individualismo anche a discapito dei valori di coppia e della famiglia. Viviamo in un’epoca in cui ci sentiamo giustificati a soddisfare…

QUANTO FA BENE CAMMINARE. FREEWALKERS.

Immagine
Quanto fa bene camminare e come raggiungere il miglior risultato. La terapia dei passi e delle lunghe passeggiate porta molti benefici. Meglio le camminate lunghe o corte, da soli o in compagnia. Camminare fa comunque sempre bene al corpo, alla mente ma anche all’umore. Indubbiamente camminare tutti i giorni porta tanti vantaggi. 
Quanto è giusto camminare per ottenere i migliori risultati. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità servirebbe camminare per almeno 7 o 8Km al giorno, il che comporta anche del tempo da dedicare. Camminare è tra le attività fisiche più salutari ed efficaci in assoluto, per dare una misura standard, che vada bene a tutte le età ed in tutte le occasioni, diciamo che basterebbe farlo per almeno 30 minuti al giorno. In America, che è un paese sempre avanti, le cosiddette “Long Walking” stanno, per così dire, prendendo sempre più strada. Il primo vantaggio riscontrato è che permettono di scoprire davvero posti nuovi nelle città e non solo, posti che in…

COME AFFRONTARE LE BRUTTE NOTIZIE

Immagine
Come comportarsi quando arriva una brutta notizia? A tutti, grandi e piccini, capita e capiterà sempre di dover affrontare una brutta notizia, che probabilmente arriverà nel momento meno opportuno. Poi, a seconda del carattere e della forza interiore che contraddistingue ognuno di noi, si può decidere di destreggiarsi affrontandola di petto con tutta la positività possibile, oppure di sottometterci con tutta la negatività che ne deriverà. Io penso sia meglio optare per la prima scelta, altri sostengono che sia più vincente partire già negativi, così se tutto va male almeno eravamo preparati. 
Ma siamo sicuri che c’è un modo corretto per affrontare una brutta notizia e soprattutto siamo sicuri di essere in grado di preparaci in qualunque modo decidiamo di farlo? Gli esperti in merito fanno le loro valutazioni premettendo di affermare che secondo quanto appreso dalla psico neuro endocrinoimmunologia, dalla Psicologia positiva, scienza che studia come utilizzare la mente per vivere meglio…

PROPRIETA' E BENEFICI DEL MELOGRANO

Immagine
Il tonico al melograno con le sue proprietà rimineralizzanti dell’acqua e quelle antiossidanti del frutto, rinfresca completamente ed idrata delicatamente la pelle, un vero toccasana. La melagrana è un frutto ed alimento ricco di vitamina C e fenoli, dalla forte azione antiossidante. Molto utile per la prevenzione dei tumori, per combattere i problemi legati alla menopausa e ridare vitalità alla pelle. 
È un frutto autunnale, composto da una scorza rossa o rossastra all'interno della quale si raccolgono i succosi arilli rossi, molto buoni e gustosi, che sono la parte edibile che si sviluppa attorno ai semi. E’ un frutto originario di un'area tra la Cina e l'India seppure si adatta molto bene a tutti gli ambienti con estati calde e inverni miti, come è il Mediterraneo. Il modo migliore per preservare tutte le qualità di questo frutto e trarne tutti i benefici è senz'altro quello di mangiarlo fresco, ma possiamo anche non limitarci a questa unica soluzione. A seconda del …

COSA FARE SE IL CANE MANGIA LE FECI

Immagine
Non è uno spettacolo dolce o piacevole ma può succedere di vedere un cane, anche il proprio, che mangia le feci. Anche un profano capisce che c’è qualcosa che non va, ma di cosa si tratta? Si chiama coprofagia e si riferisce alla tendenza, che alcuni cani hanno, di ingerire le feci, proprie o altrui. Se l’animale ingerisce le proprie feci si parla di autocoprofagia, mentre se mangia gli escrementi di altri cani o animali si parla di allocoprofagia. La coprofagia, è un problema abbastanza comune, con una incidenza che raggiunge circa il 15% dei cani, e addirittura secondo alcuni studi recenti anche il 23%. Quando il proprietario del cane nota questo comportamento oltre a provare disgusto certamente rimane scioccato e preoccupato e quindi cerca informazioni utili e aiuto per risolvere subito il problema. Il primo aiuto effettivo lo si cerca di solito dal proprio veterinario di fiducia ed è l’atteggiamento più saggio da adottare, oltre quello di cercare informazioni. Un consulto clinico …

COSA E' LA DISCRIMINAZIONE. GENITORE UNO E DUE

Immagine
Facendo una comune ricerca su google si può apprendere, seppur molto limitatamente, che cosa significa discriminazione e cosa può essere discriminante. Nell'ambito del comportamento e degli atteggiamenti sociali la discriminazione consiste nel trattare e nel considerare in modo non paritario gli individui. Distinzione non paritaria attuata nei confronti di un individuo sulla base di un particolare gruppo sociale, classe, categoria in cui la persona viene percepita come appartenente, anziché basarsi sui singoli attributi dell’individuo. 
Ciò include il trattamento sociale di un individuo o di un gruppo, in base alla loro appartenenza effettiva o percepita, all'interno di una determinata categoria sociale. Forse è un concetto così tanto vasto che può diventare indeterminabile ed interminabile parlarne nei contesti di attuazione. Io voglio usare un esempio, credo esaustivo per fornire quello che può essere il concetto di discriminazione, che è abbastanza attuale. Scrivere padre e …

PERCHE’ LEI LUI MI TRATTA MALE

Immagine
Spesso può capitare, o almeno di tanto in tanto, capita che ci trattano male, soprattutto le persone che ci sono più vicine e ci chiediamo perché. Cerchiamo di trovare quelle motivazioni che possano giustificare il perché di tale comportamento e sentirci più sereni, quasi a giustificare quelle immotivate superbie. Invece forse la domanda giusta da porci sarebbe un’altra. Perché noi permettiamo agli altri di trattarci così? Perché anche se siamo fortemente irritati e ci da fastidio essere trattati male, lasciamo andare senza fare nulla? 
Può capitare tra amici, sul posto di lavoro, nell’ambito familiare, in coda per parcheggiare o per comprare un panino. In certi casi i soprusi li si ereditano perché gli altri prima di noi lo hanno anche permesso, nelle medesime condizioni, quindi può capitare di inserirsi in un contesto relazionale, in un posto di lavoro o altrove, dove le relazioni sono scorrette. Ad esempio può capitare di intraprendere una relazione sentimentale con qualcuno abituat…